Comune di Levate - BG

Cenni Storici

Posto nella parte settentrionale della media pianura Bergamasca ed a sud del capoluogo, dal quale lo divide il comune di Stezzano, levate dista da Bergamo una decina di chilometri.
Il paese occupa una superficie di circa 5 km2 ed ha un'altitudine di 185 m. s.l.m.; i 3400 abitanti (dato relativo al 2004) risiedono parzialmente nel centro di antica formazione e, in maggioranza, in abitazioni costruite nel secondo dopoguerra e costituite per lo più da villette mono o bifamiliari e da condomini di modeste dimensioni.
Il suo sviluppo è direttamente influenzato dai due poli contermini di Dalmine e Zingonia, oltre che da una rete di attività produttive locali principalmente ubicate a sud-ovest del territorio.
Alla tradizionale struttura agricola, pressoché immutata ed ancora destinata al settore primario, resta larga parte del territorio comunale, specie a nord-est, anche se le vicende storiche hanno lasciato ampi segni nel paesaggio condizionando lo sviluppo urbanistico.
Il territorio è infatti fortemente marcato in direzione nord-sud dalla ex S.S. n. 42 del Tonale e della Mendola, ad est dalle cascine Monasterolo e Fornace, dalle linee ferroviarie Bergamo-Milano e Dalmine-Verdello che incuneano, in un triangolo con vertice a sud, una larga parte della zona residenziale, dall'antico e tortuoso torrente Morletta, ad ovest, e dalle medievali rogge Morgana e Colleonesca, ad est.
Il Morletta da una parte e Morgana e Colleonesca dall'altra delimitavano simmetricamente e perpendicolarmente il centro di antica formazione, connotando il paesaggio rurale con strutture tipiche indotte dai corsi d'acqua: mulini, ponti, lavatoi ed abbeveratoi.
Non è un caso pertanto che la necropoli levatese sia stata rinvenuta proprio nell'area compresa tra il Morletta e la Colleonesca, a nord del paese ed in un terreno agricolo delimitato, rispettivamente a sud e a nord, da due aree i cui toponimi, sopra villa e incrocio, ancora vivi nella memoria locale, preludevano significativamente alla recente scoperta archeologica.
Levate può così retrodatare di circa un millennio le documentate e più antiche notizie della sua esistenza fino a ieri fissate all'anno 875 d.C., come appare dalla cronologia degli eventi più significativi di storia levatese qui sotto allegata in versione pdf.

icon CRONOLOGIA
icon Origini Nome